6284
post-template-default,single,single-post,postid-6284,single-format-standard,theme-onyx,mkd-core-2.0.1,mikado-core-2.0.1,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-3.2, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,onyx_mikado_set_woocommerce_body_class,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

Come rivestire un camino per rendere l’ambiente accogliente?

La stagione invernale sta arrivando e con essa anche il freddo.

Quanti sognano di poter trascorrere delle lunghe serate accanto al focolare mentre fuori infuria pioggia e vento! Infatti non c’è niente di più sublimale che farsi coccolare e scaldare dalle fiamme del camino.

Si tratta di un grande classico dell’arredamento e che non tramonta mai! Da sempre sinonimo di bellezza e vera autenticità, questo complemento d’arredo si rivela unico in tutta la sua bellezza. Tuttavia anche se è molto bello da possedere, per poter mantenere inalterato il suo splendore bisogna eseguire di tanto in tanto dei lavori di ristrutturazione, questo significa scegliere un rivestimento che sia in sintonia e conforme con l’ambiente circostante.

Ma come si fa a scegliere il migliore rivestimento per camino? Quali sono i fattori da dover considerare per fare un buon acquisto?

Per ristrutturare a dovere questo complemento d’arredo bisogna in primis scegliere materiali che abbiano delle caratteristiche ben specifiche in modo tale da non alterarne con il tempo l’estetica. Quindi, durante la scelta bisogna verificare che il materiale resiste alle alte temperature in maniera che non si deformi e poi tra le tante peculiarità, deve essere flessibile in modo da donare la forma desiderata.

Un tempo, l’elemento di decoro per eccellenza era la pietra naturale, ma la messa in opera richiedeva molto tempo così come i costi per poterla acquistare e maestria nel saperla montare.

Oggi invece, una buona soluzione è rappresentata dai pannelli finta pietra. Sono molto facili da installare e modellare, non occorre manutenzione, e tra i tanti vantaggi che posseggono, si rivelano alquanto durevoli e resistenti agli sbalzi termici e al calore, ovviamente non esponibili a fiamma diretta oppure a temperature troppo elevate.

Ma la peculiarità risiede nella sua versatilità. Cosa vuol dire in altri termini? L’impiego di pannelli finta pietra possono essere facilmente adattati sia per arredi in stile classico o vintage, e sia per l’arredamento stile moderno, conferendo quel tocco di classe se si opta per il giusto supporto.

Inoltre come spesso diciamo nei nostri articoli il vantaggio della finta pietra con pannelli è quello di poter eventualmente togliere e sostituire con altro elemento decorativo il pannello esistente.

Un camino è spesso correlato ad ambienti campagnoli e rustici, in realtà le cose non stanno proprio in questo modo perché utilizzando la finta pietra anche per un ambiente moderno, il risultato che ne consegue è davvero sorprendente. Ovviamente il tutto deve essere svolto con un filo logico e lineare per far si che la pietra si adatti all’arredo moderno circostante.

Ad ogni modo, in entrambi i casi, l’effetto che ne scaturirà sarà di grande impatto estetico.

Ma come rivestire un camino con i pannelli finta pietra? Ecco gli step da seguire

Da premettere che si tratta di un lavoro che non richiede particolari accorgimenti se non di avere manualità e un pizzico di attenzione. Se si è alle prime armi e l’intento è quello di avvicinarsi nel mondo del fai da te, è doveroso avere una minima conoscenza sul campo, altrimenti è meglio non improvvisare perché talvolta i risultati potrebbero non essere quelli sperati.

Detto questo, per rivestire il camino bisogna dapprima acquistare i pannelli finta pietra. Tantissimi sono i produttori presenti in commercio, non è facile scegliere il migliore, anzi talvolta se non si conoscono i principali brand, può essere un’impresa molto ardua.

Inoltre moltissime sono le tipologie di finta pietra esistenti e variano per dimensione, forme e colore.

Per ovviare a tale problematica è consigliabile rivolgersi ad un addetto ai lavori il quale saprà indirizzare ognuno verso la giusta scelta da compiere.

Una volta acquistati i pannelli si procede a rivestire il focolare con una struttura in cartongesso. I pannelli andranno incollati con i dovuti accorgimenti e precauzioni direttamente sul cartongesso.

A questo punto il rivestimento per camino è pronto in tutto il suo straordinario fascino ed eleganza.

No Comments

Posta un commento

0